Siamo giunti alla 14° edizione del concorso nazionale “Birra dell’Anno” promosso da Unionbirrai, concluso con le premiazioni sul palco del Beer Attraction alla fiera di Rimini, sabato 16 Febbraio 2019. La giuria, composta da un team di 102 esperti, con Lorenzo “Kuaska” Dabove come presidente di giuria, ha valutato e votato 1994 birre proposte (1650 nel 2018) da parte di 327 birrifici italiani (279 nel 2018), suddivise in 41 categorie.

Complimenti a Mukkeller per il titolo di Birrificio dell’anno 2019 e per i numerosi premi vinti con le loro birre.

Ecco tutti i premiati:

Cat. 1 – Birre chiare, bassa fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione tedesca e ceca (German e Bohemian Pilsner)

1° posto: Hammer – Bundes

2° posto: Lariano – La Grigna

3° posto: Otus – Pils2

Cat. 2 – Birre chiare, bassa fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione europea (European Lager, Helles, Zwickl, Keller, Dortmunder Export)

1° posto: Mukkeller – Haus Bier

2° posto: Estense – Atheste Hell

3° posto: 4Mori – Pozzo16

Cat. 3 – Birre chiare ed ambrate, bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, caratterizzate dall’evidente presenza di luppolo d’aroma e d’amaro di ispirazione americana (Hoppy Lager, Imperial Hoppy Lager)

1° posto: Lariano – Bassa Marea

2° posto: Legnone – Jack

3° posto: 50&50 – Mr. Crocodile

Cat 4 – Birre chiare e ambrate, alta fermentazione, basso grado alcolico di ispirazione anglosassone (English Golden Ale, English Pale Ale)

1° posto: Brùton – Brùton di Brùton 

2° posto: Croce di Malto – Birra Jazz BJ

3° posto: Birrificio Sant’Andrea – Mozkito

Cat. 5 – Birre chiare e ambrate, fermentazione ibrida, basso grado alcolico di ispirazione tedesca o americana (Kolsch, Alt, California Common, Cream Ale)

1° posto: Manifattura Birra Bologna MFB – Kolsch

2° posto: Diciottozerouno – Grün

3° posto: Birra Elvo – ALTerElvo

Cat. 6 – Birre ambrate e scure, bassa fermentazione, basso grado alcolico d’ispirazione tedesca (Vienna, Marzen, Munich Dunkel, Schwarz, Dark Lager)

1° posto: Picobrew – Schwarzenegher

2° posto: Hammer – Workpiece Schwarz

3° posto: Leder – Cioch

Cat. 7 – Birre chiare, ambrate e scure, bassa fermentazione, alto grado alcolico di ispirazione tedesca (Bock, Doppelbock, Eisbock, Hellerbock, Maibock, Strong Lager)

1° posto: Elvo – Doppel Bock

2° posto: Ritual Lab – La Bock

3° posto: Brew Gruff – Bock

Cat. 8 – Birre ambrate, alta fermentazione, basso e medio grado alcolico, di ispirazione britannica (Mild, British Bitter, Extra Special Bitter, Irish Red Ale, British Brown Ale)

1° posto: War – Zelda

2° posto: Fabbrica della birra Perugia – Cosmo rosso

3° posto: Piccolo birrificio clandestino – Santa Giulia

Cat. 9 – Chiare e ambrate, alta fermentazione, basso/medio grado alcolico, luppolate, di ispirazione anglosassone (English IPA)

1° posto: P3 Brewing – 50 Nodi

2° posto: Fabbrica della birra Perugia – Suburbia

3° posto: Terrantiga – Nibari

Cat 10 – Chiare, ambrate e scure, alta fermentazione, basso grado alcolico, luppolate, di ispirazione angloamericana (Session APA, Session AIPA, Session IPA)

1° posto: Ritual Lab – Nerd choice

2° posto: Lucky Brews – Session IPA

3° posto: Hammer – Mini

Cat. 11 – Chiare e ambrate, alta fermentazione, basso grado alcolico, luppolate, di ispirazione americana (American Pale Ale)

1° posto: La Villana – Rude

2° posto: Birrificio del Forte – Fior di Noppolo

3° posto: Fabbrica della birra Perugia – Calibro7

Cat. 12 – Chiare e ambrate, alta fermentazione, medio grado alcolico, luppolate, di ispirazione americana (American IPA)

1° posto: Birrificio del Gomito – Matty

2° posto: Malaspina Brewing – Elle8

3° posto: Oldo Corte della Birra – Ballo IPA

Cat. 13 – Birre chiare e ambrate, alta fermentazione, alto grado alcolico, luppolate, di ispirazione angloamericana (Double IPA, Imperial IPA)

1° posto: Hammer – Workpiece west coast double ipa

2° posto: Porta Bruciata – Larkin Street

3° posto: Lariano – Ciube

Cat. 14 – Birre chiare, alta fermentazione, basso e medio grado alcolico, con uso di frumento ed altri cereali, luppolate di ispirazione angloamericana (White IPA, American Wheat)

1° posto: Forum Iulii – Carat

2° posto: Porta Bruciata – Shantung

3° posto: Badalà – W.IPA

Cat. 15 – Birre ambrate e scure, alta fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, luppolate, di ispirazione angloamericana (Red IPA, Brown IPA, Black IPA)

1° posto: Simon 8 Co. Brewery – Frankie & Gerry

2° posto: Piccolo birrificio clandestino – Gatta nera

3° posto: Birrificio dei Castelli – Extrema Niger

Cat. 16 – Birre chare, ambrate e scure, alta fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, luppolate, di ispirazione angloamericana (Speciality IPA; Rye IPA, Belgian IPA, AIPA e APA fermentate a bassa)

1° posto: Almond ’22 – Pink IPA anniversario

2° posto: Croce di Malto – Acrux

3° posto: La Stecciaia – Rye IPA

Cat. 17 – Chiare e ambrate, alta fermentazione, massicciamente luppolate in aroma, di ispirazione statunitense (New England IPA)

1° posto: MC77 – Bowtie

2° posto: MC77 – Velvet Suit

3° posto: CR/AK Brewery – Midnight BBQ

Cat. 18 – Strong Ale di ispirazione angloamericana (English Strong Ale, American Strong Ale, Scottish Ale export, Heavy Scottish Ale)

1° posto: Birra 100Venti – Sir Alestrong

2° posto: Birra Gaia – La Gorda

3° posto: Baladin – Super Bitter

3° posto: Okorei – Tramalti

Cat. 19 – Birre scure, alta fermentazione, basso grado alcolico, d’ispirazione anglosassone (Porter, Stout)

1° posto: Geco – Pecora Nera

2° posto: Babylon – Shinobi Stout

3° posto: Mediterraneo – Porter

Cat. 20 – Birre scure, alta fermentazione, basso grado alcolico di ispirazione americana (American Porter, American Stout)

1° posto: Mukkeller – Corva Nera

2° posto: BiFor Birra Forlì – Icaro

3° posto: La Spezia Brewing – Scuriosa

Cat. 21 – Scure, alta fermentazione, alto grado alcolico di ispirazione angloamericana (Robust/Baltic Porter, Imperial Porter, Russian Imperial Stout)

1° posto: Rebel’s – Black Viking

2° posto: La Buttiga – Black Shit Monster

3° posto: Mazapegul – Befana Befana

Cat. 22 – Alta fermentazione, alto grado alcolico di ispirazione angloamericana (Barley Wine, Old Ale, American Barley Wine)

1° posto: CR/AK Brewery – Cantina Mansueto

2° posto: Baladin – Xyauyù Kentucky 

3° posto: Gambolò – Dark Age

Cat. 23 – Birre chiare, ambrate e scure, alta fermentazion con lievito Weizen, uso di frumento maltato, da basso ad alto grado alcolico di ispirazione tedesca (Weizen, Dunkelweizen, Weizenbock)

1° posto: Val Rendena – Brenta Brau Weizen

2° posto: Birra Cruda – Weizen

3° posto: Mukkeller – Entschuldigung

Cat. 24 – Birre chiare, alta fermentazione, basso grado alcolico, con uso di frumento non maltato, di ispirazione belga (Blanche, Witbier)

1° posto: La Petrognola – Montefiore

2° posto: Birrificio del Forte – Cento volte forte

3° posto: Il Mastio – Litha

Cat. 25 – Birre chiare, alta fermentazione, bassa gradazione alcolica, di ispirazione belga (Belgian Blond, Belgian Pale Ale)

1° posto: Realmalto – Bruggia

2° posto: Mazapegul – Pirata

3° posto: Birrificio dei laghi – BPM

Cat. 26 – Birre chiare e ambrate, alta fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, di ispirazione belga (Saison, Biere de Garde, Farmhouse Ale)

1° posto: Elissor – Citrus

2° posto: Birra dell’Aspide – Wild Saison Lambicus

3° posto: Birra dell’Aspide – Belle Saison

Cat. 27 – Birre chiare, alta fermentazione, alto grado alcolico di ispirazione belga (Belgian Golden Strong Ale, Tripel)

1° posto: Monangi Brewpub – Milva

2° posto: Croce di Malto – Triplexxx

3° posto: Elissor – Gnasci

Cat. 28 – Birre scure, alta fermentazione, alto grado alcolico di ispirazione belga (Belgian Dark Strong Ale, Dubbel, Quadrupel)

1° posto: Mukkeller – Muccamannara

2° posto: Diciottozerouno – Granata

3° posto: La Spezia Brewing – Abbey

Cat. 29 – Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di spezie

1° posto: MC77 – Fleur Sofronia

2° posto: Bionoc – Miss Likèn

3° posto: La Buttiga – Bon Nadal

Cat. 30 – Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di caffè e/o cacao

1° posto: Lambrate – Tiramisù imperial stout

2° posto: The Lure – Queen

3° posto: Brewfist – Spaghetti Western

Cat. 31 – Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di cereali speciali (compresi grani antichi)

1° posto: Croce di Malto – Piedi neri

2° posto: Terrantiga – Istadi

3° posto: La Petrognola – Cinghiale nero

Cat. 32 – Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico affumicate e torbate

1° posto: Rurale – Smoky

2° posto: Lievito & Nuvole – Smoky eye

3° posto: Statalenove – Preda

Cat. 33 – Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico affinate in legno

1° posto: Lambrate – Brighella BA2016

2° posto: Lambrate – #1 Imperial Stout Bourbon 2016

3° posto: CR/AK Brewery – Cantina BW01

Cat. 34 – Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso frutta

1° posto: Eastside – Sourside sour cherry

2° posto: CR/AK Brewery – Cantina Mirtilli

3° posto: Birra dell’Eremo – Madue

Cat. 35 – Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di castagne

1° posto: Picobrew – Marron Fumé

2° posto: Mostodolce – B626

3° posto: Aleghe – La Brusatà

Cat. 36 – Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di miele

1° posto: Fortebraccio – Birra del bosco castagne e miele

2° posto: Birrificio del Forte – Cintura d’Orione

3° posto: JEB – Maja (spring edition)

Cat. 37 – Birre chiare, ambrate e scure, fermentazione alta, bassa o spontanea anche con uso di Brettanomyces, da basso ad alto grado alcolico, caratterizzate dalle note acide (Sour Ale)

1° posto: Bionoc – Maraska

2° posto: Ca’ del Brado – Anniversario 2018

3° posto: Ca’ del Brado – Nessun Dorma

Cat. 38 – Birre chiare, alta fermentazione, basso grado alcolico salate e/o lattiche di ispirazione tedesca (Berliner, Gose)

1° posto: Mister B – Bahia

2° posto: Evoke Brewing – Evoqesour #1

3° posto: Foglie d’erba – Viva là!

3° posto: Lambrate – Tras in camisa ass

Cat. 39 – Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di uva, mosto, vinacce, vino cotto di uve bianche (White Italian Grape Ale)

1° posto: Apuano – Ninkasi

2° posto: Birra dell’Eremo – Selva 2018

3° posto: Karma – Asprinia

Cat. 40 – Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di uva, mosto, vinacce, vino cotto di uve rosse (Red Italian Grape Ale)

1° posto: La Fenice – Brewine Rosé 

2° posto: Birrificio del Forte – Il Tralcio

3° posto: Dulac – La Murùsa

Cat. 41 – Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico di ispirazione libera e non rientranti in nessuna delle precedenti categorie (Extraordinary Ale / Extraordinary Lager)

1° posto: Magester – La Pepata

2° posto: Lambrate – Hazelnut Porter

3° posto: Birra Ofelia – Beergamotte

Birrificio dell’anno 2019

Mukkeller