Da Brussels piovono ancora medaglie per i birrifici Italiani

Published by: Redazione – Category: In Primo Piano – Day: 24 Novembre 2021


Sono passati pochi giorni dalla premiazione del European Beer Star che potete leggere qui, che da Brussels arrivano altre soddisfazioni per i birrifici Italiani: Record di medaglie con ben 11 ori, 6 argenti e 16 bronzi per un totale di 33 medaglie, numero che ha eguagliato l’edizione 2015.

Un risultato eccezionale, arrivato in uno dei più importanti birrari d’Europa, andiamo ora a scoprire la classifica

Partiamo dal birrificio Rethia, la cui Red IGA Rebo (6%) ha ottenuto non solo l’oro nella categoria Italian-style Grape Ale, ma anche il premio Best Italian Beer of the Competition. Successo completato poi da un altro oro: quello della Tropicana nella difficile categoria delle Session IPA.

Il birrificio Otus, si aggiudica due ori, il primo va alla Pils2, nella categoria dedicata alle German Pils. Il secondo oro di è invece arrivato con la OS7 in una categoria molto ampia ed eterogenea, che include Helles, Maibock e Doppelbock. Categoria che vede il Birrificio 4Mori aggiudicarsi il bronzo con la Pozzo 16. Rimaniamo in casa 4Mori dove nella categoria Vienna Lager la Pozzo 9 si aggiudica uno splendido oro.

Due medaglie arrivano da Birra Vertiga: un oro grazie alla Bajadera nella categoria American Ipa a bassa gradazione, in grado di precedere nella stessa categoria la California di Mastri Birrai Umbri; il bronzo per Vertiga arriva con la Alchemy tra le birre Gluten Free, a pari merito con la Nazionale Gluten Free di Baladin. In fotocopia troviamo La Villana, oro con la Gatsby tra le ESBbronzo con la Cinque tra le Kölsch.

Gli altri ori italiani arrivano dal Birrificio La Piazza con la Winternacht nella categoria Baltic Porter, John Hops di The Wall (Imperial IPA), El Dorado di Ibeer (Best Bitter) e La Prima Cotta – Mild (Specialty Beer a bassa gradazione alcolica) prodotta dal Birrificio dell’Accademia.

Le medaglie d’argento sono invece andate alla No Mask di Birrificio della Granda (Imperial IPA), all’Abiura di Bruton (Saison moderne), alla War is over de La Collina (birre al miele) alla Malle di Nix (Tripel) e alla Impact Zone di Antikorpo (APA) e alla sopra citata California di Mastri Birrai Umbri.

Gli altri bronzi vanno rispettivamente a: Nix con la Witwit (Double Blanche), La Collina con la 8 File (Light Bitter Blond/Golden Ale), Antikorpo con la Low Rider (Hoppy Lager), la Middleway di Torre Mozza (birre ibride), la Bianca di Serra Storta (Weizen), Marsilia di Birra Amiata (Gose),  la Babbo Natale del Birrificio Claterna (Winter Ales), la Chimney Sweeper di Beer Belly (American Stout), la Sant’Helles di Brew Bay (Helles) e la Gaudio di Beha Brewing (Dunkel), la Ossidya di Nanumoru (Russian Imperial Stout),e in chiusura la Estout di Bradipongo (Dry Stout).

A conclusione di questo elenco di riconoscimenti, l’Italia esce dall’edizione 2021 del Brussels Beer Challenge con ottimi risultati e soprattutto con la seconda piazza tra le nazioni che hanno conquistato più medaglie al concorso, dopo i padroni di casa del Belgio.

PUBBLICATO DA

Redazione

Nonsolobirra è un portale che si occupa di informazione e cultura birraria, nato nell'autunno del 2008 da un idea di Stefano “collezionista e amante di tutto ciò che è birra”.

All author posts