Stappata per voi: La Gaia Ambra di Stirone BarleyFree

Dopo aver degustato la -Gaia Summer Brau, e Gaia Bionda-, una “birra non birra”, del birrificio STIRONE BARLEYFREE che vi avevo presentato precedentemente in questo articolo. Oggi  è il momento di degustare la terza e ultima referenza, ringrazio in primis Tiziano Tanzi che me le ha fatte avere.

<<Perché la definisco una “birra non birra”?, semplice; è prodotta con il solo Sorgo Bianco che va a sostituire al 100% il malto d’Orzo>>.

LA GAIA AMBRA versata nel bicchiere si presenta con una veste ambrata limpida, la schiuma forma un cappello bianco a grana fine con media persistenza.

Al naso avverto eleganti note di agrumi, floreali, frutta matura e erbaceo, l’ingresso in bocca risulta morbido, con bassa gasatura, dove si avverte una nota caramellata e un leggero sentore bruciacchiato, il corpo snello non banale accompagna a un finale secco mediamente lungo con un amaricatura di stampo agrumato/erbaceo. Retrogusto lungo dove ritorna la nota “caramellosa/bruciacchiata” sovrastata da un ritorno potente a stampo agrumato/erbaceo.

Caratteristiche tecniche:

📄 Stile di appartenenza

Gluten Free (APA)

🍺 Bicchiere consigliato

Pinta Americana

🧴 Campione

Bottiglia 33 cl

🌿 Grado di amaro

48Ibu

🩸 Gradazione alcolica

5% vol

🌡 Temperatura di servizio

6/8° C

📑 Lotto di produzione

3-27119

📅 Scadenza

11/2020

🔋 Fermentazione

Alta

💰 Reperibilità e Costi

Campionatura Omaggio € 0 

Considerazioni finali:

Nel complesso una “birra” che si ispira alla APA, il naso convince, in bocca anche se non banale manca a mio parere di carattere e mordente, la nota “caramellosa/bruciacchiata” non mi ha convinto, il finale spinto sul amaro mitiga ma non riesce a armonizzare l’insieme. La mia non è una bocciatura, ma vuole essere un ulteriore spinta nel migliorare.

La società a cui fa capo il marchio Stirone Barleyfree e Ottodisettembre con sede a Fidenza (Parma).

Informazioni su Stefano Gasparini 624 Articoli
Stefano è un appassionato di birra artigianale italiana da molti anni e ha dato concretezza alla sua passione nel 2008 con la creazione di NONSOLOBIRRA.NET, un portale che mira a far conoscere al pubblico il mondo della birra artigianale italiana attraverso recensioni, degustazioni e relazioni con i produttori. Stefano ha collaborato con la Guida ai Locali Birrai MOBI ed è stato presidente della Confraternita della Birra Artigianale. È anche il fondatore del gruppo Nonsolobirra Homebrewers e organizzatore del Nonsolobirra festival dal 2011. In sintesi, Stefano è un appassionato di birra che ha dedicato gran parte della sua vita a far conoscere e promuovere la birra artigianale italiana.