Premiate a Beer&Food Attraction le migliori birre d’Italia

Birra dell'anno 2024 - La Classifica

Alla Fiera di Rimini annunciati i vincitori per le 45 categorie in gara della XIX edizione del concorso di Unionbirrai. A Ritual Lab di Formello (Roma), il premio Birrificio dell’Anno.

Birrificio Ritual Lab

Le migliori birre artigianali italiane del 2024 sono state premiate in occasione della prima giornata di Beer&Food Attraction, the eating out experience show. Ad ospitare la premiazione della XIX edizione di Birra dell’Anno, il concorso brassicolo più longevo e atteso in Italia organizzato da Unionbirrai, è stata la Beer&Tech Arena. Presentata dallo speaker radiofonico Lorenzo Dardano, la cerimonia nella Fiera di Rimini ha svelato tutte le birre vincitrici di quest’anno nelle 45 categorie del concorso e il premio Birrificio dell’Anno, che è andato a Ritual Lab.

Il birrificio di Formello (Roma) ha conquistato con le sue birre cinque ori e un bronzo, in quattro differenti macrocategorie. Il riconoscimento, infatti, premia il produttore che, oltre ad aver ottenuto con le sue birre il punteggio più alto con i migliori piazzamenti in quattro differenti categorie, ha ricevuto le medaglie in macrocategorie diverse, definite nel regolamento sulla base di alcuni raggruppamenti stilistici.

Tanti, però, sono stati i riconoscimenti assegnati. La regione con il maggior numero di birre premiate è stata la Lombardia con 23 premi, seguita dal Piemonte con 20, a seguire Veneto con 13, Toscana con 12, Lazio con 11, Marche con 10, Trentino-Alto Adige e Umbria con 9, Emilia Romagna con 8, Abruzzo con 7, Friuli Venezia Giulia con 5, Sicilia, Calabria, Basilicata e Sardegna con 2, Campania con 1.

A definire i premiati sono stati gli 84 giudici internazionali, provenienti dall’estero e da tutta l’Italia, impegnati nelle degustazioni alla cieca, che hanno selezionato le 3 birre vincitrici per tutte le categorie.

Con 2153 birre di 255 differenti birrifici italiani iscritte al concorso, anche quest’anno BdA ha registrato numeri importanti. Nato nel 2005, Birra dell’Anno è il concorso brassicolo più longevo e atteso in Italia, che ha come principale obiettivo la promozione e valorizzazione delle birre artigianali italiane.

Andiamo ora a conoscere le birre premiate:

Categoria 1. Birre chiare, bassa fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione tedesca e ceca

  1. KRIS PILS – Birrificio Mezzopasso
  2. SVEVA – Grado Plato
  3. PILS – Piccolo birrificio Clandestino

Categoria 2. Birre chiare, bassa fermentazione, basso grado alcolico, caratterizzate da evidente presenza di luppolo da aroma e da amaro, di ispirazione tedesca

  1. LA GRIGNA – Lariano
  2. SELVA – Bajont
  3. TESTA DI MALTO – Legnone

Categoria 3. Birre chiare, bassa fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione europea

  1. PLINK – Birrificio Funny Drop
  2. KELLERPILS – Rurale
  3. RUSTHELL – Opperbacco

Categoria 4. Birre chiare ed ambrate, bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, caratterizzate da evidente presenza di luppolo da aroma e da amaro, di ispirazione americana

  1. BREWER’S COLLECTION COLD IPA – Rurale
  2. NEW ZEALAND AFTER SAUNA – Crack brewery
  3. AROMATHERAPY AFTER SAUNA – Crak brewery

Categoria 5. Birre chiare e ambrate, alta fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione anglosassone

  1. HARABAN – Foglie d’Erba
  2. GOLDEN JAZZ – Fabbrica birra Perugia
  3. AMBRATA – La Curtense

Categoria 6. Birre chiare e ambrate, fermentazione ibrida, basso grado alcolico, di ispirazione tedesca o americana

  1. SPITZE – Acme
  2. MAHLZEIT – MC77
  3. MOONELLA – Vertiga

Categoria 7. Birre ambrate, bassa fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione tedesca

  1. GUSTAV – Birrificio Noiz 
  2. LUCKY SHOES – Cittavecchia
  3. AMBER AFTER SAUNA – Crack brewery

Categoria 8. Birre scure, bassa fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione tedesca

  1. MUNICH B.E. – birrificio Estense
  2. SCUBI – birrificio Birrone
  3. LA TENEBROSA – Birrificio Leumann

Categoria 9. Birre chiare, ambrate e scure, bassa fermentazione, alto grado alcolico, di ispirazione tedesca

  1. ZI CARME – Birra Low Profile
  2. DOPPELBOCK – Birrificio Mastino
  3. SABBA – Humus

Categoria 10. Birre ambrate, alta fermentazione, basso e medio grado alcolico, di ispirazione britannica

  1. BORGNA – Birrificio Filodilana
  2. PORTA DEL MONTE – Birrificio Fortebraccio
  3. EL BATOLON – Birrificio osteria Rampeer

Categoria 11. Birre chiare e ambrate, alta fermentazione, basso/medio grado alcolico, luppolate, di ispirazione anglosassone

  1. REBELOTT – Balabiott
  2. PALE ALE – Riversa
  3. HOP HOP – Beer In

Categoria 12. Birre chiare, ambrate e scure, alta fermentazione, basso grado alcolico, luppolate, di ispirazione angloamericana

  1. BEST PEP – Humus
  2. PERUJAN – Fabbrica Birra Perugia
  3. BE ADORABLE – Mister B

Categoria 13. Birre chiare e ambrate, alta fermentazione, basso grado alcolico, luppolate, di ispirazione americana

  1. AMERICAN – Cuoremalto
  2. MDM – APA – Babilon
  3. MIRABILIA – Birrificio dei Castelli

Categoria 14. Birre chiare e ambrate, alta fermentazione, medio grado alcolico, luppolate, di ispirazione americana

  1. IN THE FLESH – Antikorpo brewing
  2. UNITED – 50&50
  3. ASTRA – Birrificio Alto Tevere

Categoria 15. Birre chiare e ambrate, alta fermentazione, alto grado alcolico, luppolate, di ispirazione angloamericana

  1. TUPAMAROS – Ritual Lab
  2. GIANT STEP VERDE – Crak Brewery
  3. KYRA – Birra dell’Eremo

Categoria 16. Birre chiare, alta fermentazione, basso e medio grado alcolico, con uso di frumento e altri cereali, luppolate, di ispirazione angloamericana

  1. PEA – Barbaforte
  2. AMERICAN BIANCHINA – Birra 100venti
  3. EXTREMA RATIO WHITE – Birrificio del Castelli

Categoria 17. Birre ambrate e scure, alta fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, luppolate, di ispirazione angloamericana

  1. SERA NERA – Eastside Brewing
  2. JUNGLE FEVER – Jungle Juice Brewing
  3. DJANGO SGUINZAGLIATO – White Dog Brewing

Categoria 18. Birre chiare, ambrate e scure, alta fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, luppolate, di ispirazione angloamericana

  1. RITUAL VILLE VOL19 – Ritual Lab
  2. LA ROCCA – Manerba
  3. TUGLIO – Mukkeller

Categoria 19. Birre chiare e ambrate, alta fermentazione, massicciamente luppolate in aroma, di ispirazione statunitense

  1. TUKA – Birra dell’Eremo
  2. TURAB – Mudita Brewery
  3. SORRY PIER – Piccolo Birrificio Clandestino

Categoria 20. Birre chiare e ambrate, alta fermentazione, alto grado alcolico, di ispirazione angloamericana

  1. KAMASUTRA – Birrificio Calibro 22
  2. BUD SCOTT – Funny Drop
  3. WINTERNEST – Lucky Brewers

Categoria 21. Birre scure, alta fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione anglosassone

  1. PONTE DI FERRO – Turis Birra
  2. BLACKOUT – Rurale
  3. BLACK BELT – Ritual Lab

Categoria 22. Birre scure, alta fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione americana

  1. CORVA NERA – Mukkeller
  2. TIME IS THE ENEMY – Liquida
  3. NOIR – Birrificio Alto Tevere

Categoria 23. Birre scure, alta fermentazione, alto grado alcolico, di ispirazione angloamericana

  1. BABBO NATALE E MORTO – Birrificio Calibro 22
  2. ERNESTA LUIGIA – Lucky Brewers
  3. FEED YOUR MONSTERS – Jungle Juice Brewing

Categoria 24. Birre scure, alta fermentazione, alto grado alcolico, di ispirazione angloamericana

  1. CANTINA MANSUETO 2017 – Crack Brewing
  2. XYAUYÙ BARREL – Baladin
  3. XYAUYÙ ORO – Baladin

Categoria 25. Birre chiare, ambrate e scure, alta fermentazione con lievito Weizen, da basso ad alto grado alcolico, con uso di frumento maltato, di ispirazione tedesca

  1. Waizen – Manerba
  2. Vieni e Weiss – Birra 100venti
  3. Weizen Bock – Batzen

Categoria 26. Birre chiare, alta fermentazione, basso grado alcolico, con uso di frumento non maltato, di ispirazione belga

  1. SAN LORENZO – MC77
  2. REBE – MostoDolce
  3. WAHINE – Antikorpo Brewing

Categoria 27. Birre chiare, alta fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione belga

  1. NAZIONALE – Baladin
  2. ZONA MUGHETTI – Mukkeller
  3. ECLIPSE – Alveria

Categoria 28. Birre chiare e ambrate, alta fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, di ispirazione belga

  1. SAISON – Ritual Lab
  2. LESTER KESTLER – Milvus
  3. GARE DE ROUBAIX – Birrificio Mezzavia

Categoria 29. Birre chiare, alta fermentazione, alto grado alcolico, di ispirazione belga

  1. DOLLY – Filodilana
  2. TRIPEL – Claterna
  3. EFFIMERA – 50&50

Categoria 30. Birre scure, alta fermentazione, alto grado alcolico, di ispirazione belga

  1. VEDO DOPPIO – Bibibir
  2. MUKKAMANNARA – Mukkeller
  3. GRANATA – Birrificio Diciottozerouno

Categoria 31. Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, con uso di spezie

  1. D’ORO ROSSO – Anbra
  2. MALVA ROSA – Tari
  3. GINA – Filodilana

Categoria 32. Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, con uso di caffè e/o cacao

  1. EFFETTO NOTTE – Birra dell’Eremo
  2. SPAGHETTI WESTERN – Brewfist
  3. SANTA LUCIA – Nisma Brewing

Categoria 33. Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, con uso di cereali speciali

  1. MAYO – Birrificio 61cento
  2. RIENZBRÄU – Schwarzer Emmer Armin Gatterer 
  3. MEHR WEIZEN – Guggenbrau

Categoria 34. Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, affumicate e torbate

  1. ALBA – Serra Storta
  2. KAMALEON RAUCHBIER – The Wall
  3. THE BAD – SENTENZA – Brewfist

Categoria 35. Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, affinate in legno

  1. PAPANERO BOURBON BA – Ritual Lab
  2. LAMBERWINE – Menaresta
  3. D’ANNATA – Menaresta

Categoria 36. Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, con uso di frutta

  1. RUBUSLURM – La Diana
  2. LEI NON SA CHI SONO IO! – Birrificio Calibro 22
  3. MANGO IPA – Birra Puddu 

Categoria 37. Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, con uso di castagne

  1. DU MARÒN – Claterna 
  2. BASTARDA ROSSA – Amiata
  3. CHESTNUT COPPERPOT – Birrificio del Vulture

Categoria 38. Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, con uso di miele

  1. MIELIKA – Baladin
  2. CLAUS – Elvo
  3. MARTELLINA – Mostodolce

Categoria 39. Birre chiare, ambrate e scure, fermentazione alta, mista, spontanea, Brettanomyces, da basso ad alto grado alcolico, caratterizzate dalle note acide, con aggiunte di frutta

  1. LBR SOUR FRUIT – Lambrate 
  2. ZERO A SETTE – Revertis 
  3. MASTRO CILIEGIA – Piccolo Birrificio Clandestino

Categoria 40. Birre chiare, ambrate e scure, fermentazione alta, mista, spontanea, Brettanomyces, da basso ad alto grado alcolico, caratterizzate dalle note acide, senza aggiunte di frutta

  1. OH MAMMASOURA! – Birrafon
  2. S.EXP III – METEMPSICOSI – Kamun
  3. URBAN 21 – Hofbrauerei Hubenbauer 

Categoria 41. Birre chiare, alta fermentazione, basso grado alcolico salate e/o lattiche, di ispirazione tedesca

  1. GOSE – Ritual Lab
  2. LOST PARADISE – Bondai
  3. FUNKY GOSE – Collerosso

Categoria 42. Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di uva, mosto, vinacce, vino cotto di uve bianche

  1. IGA CON UVE BIANCHE – Alba
  2. IGA – La Curtense
  3. SCIATÒ MARGOT – Un Terzo

Categoria 43. Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di uva, mosto, vinacce, vino cotto di uve rosse

  1. IGA CON UVE ROSSE – Alba
  2. SCIATÒ ROUGE – Un Terzo
  3. INTRIGATA – Barbaforte

Categoria 44. Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di uva, mosto, vinacce, vino cotto di uve rosse o bianche, caratterizzate da note acide

  1. SELVA SOUR – Birra dell’Eremo
  2. JULITTA – Batzen
  3. NATURA VIVA 21 – Opperbacco

Categoria 45. Birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, di ispirazione libera e non rientranti in nessuna delle precedenti categorie

  1. BIRRA SANTA – Birrificio del Forte ex aequo con CANTINA GIOTTO – Crack Brewery
  2. TEMPURA CRUNCH – Rebel’s
  3. MUNDAKA ZERO – Crack Brewery
Informazioni su Redazione 1021 Articoli
Nonsolobirra è un portale che si occupa di informazione e cultura birraria, nato nell'autunno del 2008 per Ascoltare e parlare di Birra Artigianale