Eccomi, ancora presente alla fiera della Birra Artigianale di Santa Lucia di Piave, per degustare le nuove proposte di questo 2° week end, che vede presenti i birrifici del triveneto.

Inizio il mio racconto con la prima new entry di questa ottava edizione; vi voglio parlare delle creazioni del giovane birrificio di Susegna (TV) MERAKI aperto da ERIKA – la birraia – e il compagno ALBERTO nel finire del 2018, in linea posso assaggiare GOBBO, una Blond Ale fresca, con una buona base maltata completata da note fruttate molto gradevoli, LA VOLPE ROSSA, Belgian Pale Ale concreta dalle note fruttate e floreali, LUCY, English Golden Ale morbida, e fruttata, HOPALE NERA, una Black Ipa molto bilanciata, gradevole che lascia in bocca pulizia e piacevolezza, ADE, English Porter, morbida, bilanciata con un finale a tono fruttato, ultimo assaggio, MERLO la Iga prodotta con l’impiego di mosto di Merlot, birra morbida dalle note vinose e fruttate, in bocca buon equilibrio, finale morbido e secco.

Birrificio Meraki

In casa DIEXE distribuzione, ho assaggiato la Ipa CARLO, – birra fatta brassare dal birrificio trentino Fiemme -, per celebrare i dieci anni della distribuzione, birra che porta il nome del primogenito di casa Miotello.

Birra prodotto con luppolo autoctono trentino, al naso note erbacee e terrose, in bocca entra con sentori di crosta di pane e caramello, la bevuta rimane comunque semplice e conduce ad un finale secco con note maltate, bilanciate da una gradevole amaricatura.

Atri interessanti assaggi in casa BARACCABEER, dove Antonello mi propone la BARONE ROSSO e la ORIGINAL SMOKED PORTER, la prima una Altbier morbida che regala note di caramello, biscotto completate da sentori fruttati, finale dolce/amaro secco dove si avverte una nota di nocciola, la seconda una Smoked Porter molto interessate, al naso si avvertono note affumicate, in bocca entra morbida, ben amalgamata, la bevuta non risulta impegnativa e ti conduce ad un finale secco dove la nota affumicata non invade.

Carlo - IPA 6%Vol

Altri interessanti assaggi dai birrifici ACELUM, con la berliner weiss SUOR GERMANA, EVOQUE con la RADIKAL, SOGNANDOBIRRA con PALACE, RATTABREW dove ho assaggiato la DE NADAL e LIFE IS PEACHY, una Strong Ale Sour con il 25% di pesche e maturata in botti di Rum, 8,5%vol di gioia!.

Nel complesso ho assaggiato ottime birre, frutto della passione, del sacrificio, della voglia di crescere, filosofia che i nostri birrai fortunatamente hanno sposato alla perfezione.

Ho colto l’occasione per partecipare alla conferenza condotta da CHIARA ANDREOLA, in collaborazione con L’associazione le Donne della Birra” Birra, sostantivo femminile”, dove per l’occasione presenti trovo EVA PAGANI – birraia del birrificio La Busa dei Briganti – e ALICE BADIOLI – birrificio Low Land – Alice, in assaggio mi propone la BIANCA +, classica blanche dalle note di cardamomo, arancia e in questo caso bergamotto, birra delicata e profumata.

Come già raccontato in due precedenti articoli, le “Donne della Birra”  in questo Mondo a tono prettamente “maschile”, si sono ritagliate il loro spazio, la loro dimensione e finalmente prendiamo atto che le nostre ragazze, stanno proponendo prodotti di ottima qualità, ben realizzati, che si stanno facendo conoscere anche a livello internazionale, aggiungendo però quel leggero tocco femminile, – che manca ai maschietti – che non guasta mai!.

In chiusura ringrazio ancora GUIDO ANTONIAZZI per l’invito e l’ospitalità a me riservata, e vi do l’appuntamento alla prossima edizione, GUIDO non mollare!!!.