Le donne e la birra. Forse non un amore a prima vista, ma senz’altro una relazione che cresce con il passare del tempo. Oggi, secondo una ricerca commissionata da Assobirra, sono il 70% quelle che ne bevono abitualmente. Negli ultimi 5 anni, quattro su dieci ne hanno addirittura aumentato il consumo. 

Chi pensava che la birra fosse ancora una bevanda prettamente “maschile”, resterà dunque sorpreso. Il consumo tra il gentil sesso continua a crescere, tanto che il 30% delle signore interpellate dalla ricerca “Gli italiani e la birra” che Assobirra ha commissionato ad AstraRicerche, ha dichiarato di consumarne addirittura due volte alla settimana. Curiose, consapevoli e soprattutto attente agli abbinamenti con il cibo: le donne oltre a bere birra, sorprendono per la loro competenza in materia.

I numeri che riguardano le donne sono tutto sommato in linea con l’andamento generale, che ha visto negli ultimi cinque anni una crescita dei consumi di birra del 44,5% e che per le donne si è attestato al 42%. La curiosità, ma soprattutto il gusto (e, forse, il moderato tasso alcolico) sono tra i motivi principali per cui le donne si avvicinano al mondo della birra. Il 58% di loro lo fa proprio per il gusto, mentre altri fattori importanti nella scelta sono le possibilità di abbinamento con i cibi (48%) e il fatto che sia una bevanda che unisce, crea condivisione (37%). 

La birra preferita delle donne italiane ha caratteristiche marcatamente diverse da quelle maschili: il 55% delle donne preferisce infatti birre dal sapore leggero (38% uomini), l’80% apprezza una birra leggermente alcolica e molto frizzante (39%). Dicevamo, poi, della competenza: dalla ricerca emerge chiaramente il forte desiderio di conoscenza sulla birra: rispetto a quanto ne sa adesso il 51% delle intervistate vorrebbe in futuro saperne un po’ di più e ben il 30% desidera saperne molto di più, acquisendo un livello di conoscenza “da esperto”.

Se agli amici le donne attribuiscono il ruolo di principale fonte di informazioni utili e rilevanti per conoscere il mondo della birra (in termini di prodotti, gusti e novità) – lo dichiara il 47% delle intervistate – molto importanti sono anche il barista, il cameriere, il gestore della birreria (37%), così come le spiegazioni nei menù o nelle carte delle birre (35%). Ma le donne sono molto attive anche su internet: 3 su 10 cercano informazioni sui siti specializzati in cibo, birra o simili, il 25% nelle trasmissioni TV e radio dedicate a cibo e birra, e il 19% sui social networks. I media tradizionali, come giornali e riviste cartacee, restano una fonte d’informazione seppure in misura minore (18%).

Nello scegliere quale birra consumare, le novità non intimoriscono le donne: tra i drivers di scelta, il 61% di loro indica come molto importante il fatto di provare una birra se è una novità sul mercato, dato leggermente più alto rispetto a quello maschile che si attesta al 58%. Inoltre, in riferimento alle modalità di scelta, il 44% delle intervistate ha dichiarato che quando sceglie una birra in un locale ama scoprire birre nuove, diverse da quelle che conosce; al 29% piace provare birre italiane. 

Infine l’abbinamento con il cibo, che riguarda il 29% delle intervistate. Un’attenzione confermata dal generale atteggiamento femminile verso questo tema: al 42% delle donne piacerebbe che nei locali ci fosse più attenzione all’offrire birra che si associa bene al cibo ordinato, per il 37% l’abbinamento tra birra e cibo è un argomento di cui vorrebbe sapere di più.

Per informazioni: www.assobirra.it