Mastro birraio: Un Viaggio tra Aromi e Sensazioni, Hype Brewing

Niccolò e Thomas di Hype Brewing

Sabato 06 mi sono recato a Santa Lucia di Piave, ospite di Ivan e Giovanni presso lo storico evento MASTRO BIRRAIO, una fiera dedicata alla birra artigianale di alto livello, che rappresenta un punto di riferimento imprescindibile per gli appassionati del settore. In questo primo weekend, abbiamo la presenza di 13 birrifici artigianali veneti e uno friulano.

Come è facile immaginare, degustare le birre di tutti i partecipanti è un compito impegnativo. Pertanto, come mia consuetudine, mi sono concentrato sulle realtà meno conosciute, concedendomi tuttavia qualche assaggio dalle birre dei “vecchi” amici presenti.

Nel mio resoconto, desidero focalizzarmi su due nuove realtà, almeno per me. La prima è una giovane e dinamica beer firm padovana: HYPE BREWINGsito web– gestito da tre amici: Niccolò, Thomas e Gianluca.  Allo stand, ho avuto il piacere di incontrare Niccolò e Thomas, i quali mi hanno raccontato con grande entusiasmo la loro missione.

Per loro, HYPE è molto più di un semplice nome: rappresenta il loro approccio alla vita, la loro passione e la loro costante ricerca di novità e equilibrio, al fine di creare le giuste aspettative. Questi giovani uomini mirano costantemente al miglioramento al fine di offrire birre memorabili.

Detto ciò, passiamo alla cosa che più mi interessa: la loro birra.

Tra le cinque referenze a mia disposizione, la prima proposta è la FLASH, un Italian Pils pulita e concreta. Al primo assaggio, si apprezzano i toni erbacei e floreali, con un leggero viraggio verso note agrumate. Il corpo della birra è snello e fresco, con una base maltata che richiama aromi di pane bianco e cracker. Il finale è lungo, asciutto e caratterizzato da un’amara pulizia, che riflette una visione moderna con influenze erbacee e floreali.

Proseguiamo nell’esplorazione del mondo delle basse fermentazioni di stampo tedesco con la seconda proposta: CHOSEN ONE. Si tratta di una Marzen che al primo approccio regala all’olfatto leggere note di biscotto e richiami mielosi. Al palato, la birra si mantiene in linea rispetto alle percezioni olfattive, la base dei cereali apre la bevuta rendendo la birra rotonda e scorrevole. Il finale è bilanciato da un amaricatura nobile, che contribuisce a conferire complessità ed equilibrio.

Dopo un ipotetico viaggio in Germania, viriamo ora oltre oceano per immergerci nel bicchiere e analizzare con attenzione la Session IPA HILL SIDE. Questa birra offre all’olfatto una gamma di profumi avvolgenti, che spaziano dalla frutta tropicale (mango, papaya, cocco) alle note agrumate (arancia dolce) e fruttate (melone). Il bouquet è completato da sentori speziati che richiamano la vaniglia e la crema pasticcera. Al palato, la birra si presenta fresca e pulita, scorrevole ma concreta, in cui le note olfattive guidano la bevuta supportando la base maltata (crosta di pane bianco) e anticipano il finale che si potrebbe definire “delle meraviglie”. Quest’ultimo è secco, lungo e molto profumato, dove il palato viene accarezzato da una nota floreale/balsamica che ricorda la menta fresca.

Altra proposta d’oltre oceano: la WHITE MIST, una New England IPA che al naso si apre con aromi fruttati di pesca, mango e cocco, accompagnati da note agrumate di pompelmo rosa e arancia dolce. All’assaggio, si avverte una sensazione fresca e vellutata, in linea con le percezioni olfattive, con un corpo medio e pulito. Il finale rimane fedele alle impressioni olfattive, offrendo in aggiunta una piacevole nota di cocco e vaniglia, che si amalgamano perfettamente all’insieme.

Giungo all’ultimo assaggio e mi viene proposta in pompa la SILVERBACK, una Coffee Porter prodotta utilizzando una monorigine arabica dall’Uganda. All’olfatto, la nota del caffè è ben valorizzata e fa da protagonista, regalando sentori di torrefatto e dattero maturo. Al palato, la birra si presenta pulita e morbida, con una base leggera di caramello e tostature, seguita da note di frutta rossa e secca. Il finale è caratterizzato dalla nota di caffè, che si fonde armoniosamente con l’insieme, regalando una pienezza gustativa.

Desidero esprimere profonda gratitudine agli organizzatori dell’evento MASTRO BIRRAIO per aver reso possibile questa straordinaria esperienza di degustazione. Un ringraziamento speciale va a tutti i birrifici partecipanti per aver condiviso con noi le loro creazioni artigianali di alta qualità.

Un sentito ringraziamento anche ai birrai e al personale degli stand per la loro cortesia, passione e disponibilità nel condividere con noi le storie dietro ogni birra assaggiata.

Infine, un grazie di cuore a tutti coloro che hanno reso possibile questa avventura gustativa, dal mio compagno di avventura TomJoy, all’incontro con vecchi amici e alla creazione di ricordi indimenticabili.

Grazie a tutti e alla prossima tappa!

Informazioni su Stefano Gasparini 640 Articoli
Stefano è un appassionato di birra artigianale italiana da molti anni e ha dato concretezza alla sua passione nel 2008 con la creazione di NONSOLOBIRRA.NET, un portale che mira a far conoscere al pubblico il mondo della birra artigianale italiana attraverso recensioni, degustazioni e relazioni con i produttori. Stefano ha collaborato con la Guida ai Locali Birrai MOBI ed è stato presidente della Confraternita della Birra Artigianale. È anche il fondatore del gruppo Nonsolobirra Homebrewers e organizzatore del Nonsolobirra festival dal 2011. In sintesi, Stefano è un appassionato di birra che ha dedicato gran parte della sua vita a far conoscere e promuovere la birra artigianale italiana.