FACCIDABERE è un progetto in continua evoluzione. Sono Silvia Facci, una trentenne veronese,  con una grande passione per la birrificazione artigianale.

Da luglio 2017 ho intrapreso una nuova avventura da beerfirmer, esordendo con l’etichetta Session IPA e nel 2019 con la seconda Irish Red Ale.

Mi chiamo Silvia, vivo a Bussolengo e produco birra. Ho fatto molti lavori, ognuno dei quali mi ha lasciato qualcosa, fino a quando, nel 2015, dopo dieci anni di lavoro impiegatizio, ho deciso di dare una svolta alla mia vita e scommettere tutto sulla mia passione: la birra.

La manualità, la dimensione creativa e l’intenzione pratica sono per me fondamentali ed ho sempre sentito la necessità di fare, di sperimentare da artigiana.

Al contrario di quanto normalmente si pensi, sono molte le donne a cui non solo piace bere la birra, ma che sanno sceglierla, apprezzarne il valore, distinguerne la qualità e produrla, come nel mio caso.

Sette anni fa ho iniziato come home brewer, prendendomi il tempo per sperimentare ricette nuove e praticare gusti e sapori che più mi rispecchiassero. Nel luglio 2017 ho finalmente deciso di fare della mia passione il mio lavoro ed aprire la beerfirm FACCIDABERE.

Il nome del marchio deriva appunto dal mio cognome, Facci, con cui  da sempre i miei amici si sono divertiti a giocare, creando gli slogan più strani: Facci-sognare, Facci-un goal, Facci-ridere, Facci un piacere…

Silvia Facci

Per questo FACCIDABERE, che è il nome della mia birra e anche il modo in cui vorrei che amiche e amici mi invitassero a condividere una pinta insieme oppure ordinassero al bar.

La mia idea, la memoria dei miei gusti e la determinazione femminile mi hanno aiutata a entrare nel mondo della birra e raggiungere un risultato aderente ai miei desideri.

Le mie birre

Ho fin da subito voluto dare una forma precisa e caratterizzante alla mia beerfirm ed è questa la ragione che mi ha spinta a scegliere, come prima etichetta, una Session IPA, una birra complessa e raffinata, sfiziosa come vorrei che fosse il mio marchio.

Session IPA

Birra di stile americano a basso tenore alcolico (4,5%), ad alta fermentazione, non pastorizzata e non filtrata, senza coloranti né conservanti. Corpo snello e di colore giallo paglierino velato, schiuma bianca, compatta. Il profumo è fresco, agrumato e pungente, dal sentore di frutta bianca, con una delicata nota di pompelmo. Lo spirito permane deciso, l’amaro piacevole, rotondo e il finale secco.

Ingredienti:

acqua, malto d’orzo (pilsner, carapils, fiocchi d’avena e orzo decorticato), luppolo (Columbus, Cascade), lievito.

Contiene glutine.

Alc. : 4,5 % – Ibu: 35 – Ebc: 6

Session IPA

Irish Red Ale

La Birra Irish Red Ale non ha una vera connotazione storica. È una birra irlandese, ma anche il BJCP è vago nel delinearne le caratteristiche, tanto che per la Irish Red Ale si parla di uno stile-non-stile. La mia versione vuole essere una birra che si faccia bere piuttosto bene, quindi a basso tenore alcolico (vol. 5%). Colore tra l’ambrato e il ramato, schiuma avorio, persistente. Aroma tostato, note di caramello, toffee. All’assaggio prevale la dolcezza dei malti bilanciata da un amaro appena accennato, il finale è secco. Ad alta fermentazione, non pastorizzata e non filtrata, senza coloranti né conservanti.

Ingredienti:

acqua, malto d’orzo (pilsner, carared, crystal, orzo decorticato), luppolo (Columbus, East Kent Goldings), lievito.

Contiene glutine.

Alc. : 5 % – Ibu: 28 – Ebc: 13

Irish Red Ale

Ringrazio Silvia per la disponibilità a me concessa.

Tutte le info le trovate qui’: www.faccidabere.it