Nonsolobirra presenta il birrificio Brew Moon

AlessandroRoberto e Stefano, tre amici abbiamo aperto la Brew Moon srls a Febbraio 2015.

Alessandro è homebrewer dal 2010, con all’attivo diversi stage in birrifici dell’Emilia Romagna ed un corso sulla produzione di birra da un mastro birraio professionista.

Stefano è homebrewer dal 2011. I due si sono conosciuti ai corsi di degustazione organizzati da Unionbirrai nel 2013 e hanno deciso di unire le forze costruendo un impianto pilota da 75 litri a 3 tini.

Dopo quasi 2 anni di cotte casalinghe è stato coronato il sogno di Alessandro di poter vendere ai Pub e BeerShop la sua birra con l’apertura di un Beer Firm.

Roberto, amico d’infanzia di Alessandro lo ha sempre seguito fin dalle prime produzioni, il suo compito era bere qualsiasi birra e giudicare il risultato finale.

Il nome Brew Moon è stato scelto sulla base di una canzone di Elvis, Blue Moon of Kentucky. La canzone parla di questa luna splendente a cui Elvis parla, quasi come sognando.

Ed in effetti la luna è da sempre accostata ai sogni, come il loro, quello di trasformare la passione in qualcosa di più.

L’assonanza di Blue con Brew è stata poi una coincidenza parsa subito perfetta. Da qui nasce BREW MOON.

Il logo è una rivisitazione di un’immagine già esistente dove un gatto è appoggiato/dorme sulla luna, personalizzata poi con i luppoli arrotolati sulla luna e questo gatto magico con le ali e con una spiga di orzo in bocca che cerca di giocare con i fiori di luppolo.

Le birre attualmente prodotte dal beer firm Brew Moon sono due, facendo parte di quei bevitori artigianali che si sono stancati di APA e IPA, di cui il mercato ormai è saturo, volevamo fare una birra dove si sentisse anche il malto e non solo il luppolo.

Per questo si sono impegnati a perfezionare una birra di ispirazione Kolsch, molto conosciuta da Alessandro per i suoi viaggi in Germania. Il nome Frau 221 è composto da Frau (signora in italiano) essendo la Kolsch è la birra più bevuta dalle donne a Colonia. Il 221 è il prefisso di telefono di Colonia, scelto perchè Roberto e Alessandro sono tecnici di stazioni telefoniche per conto di Wind.

L’altra birra è un’ispirazione Bitter inglese, della categoria “Strong Bitter” come da tabelle BJCP 2014. Chiamata Duke1283 da (Duke – Duca) e 1283 prefisso di Burton dove è nata la Bitter.

Informazioni su Stefano Gasparini 625 Articoli
Stefano è un appassionato di birra artigianale italiana da molti anni e ha dato concretezza alla sua passione nel 2008 con la creazione di NONSOLOBIRRA.NET, un portale che mira a far conoscere al pubblico il mondo della birra artigianale italiana attraverso recensioni, degustazioni e relazioni con i produttori. Stefano ha collaborato con la Guida ai Locali Birrai MOBI ed è stato presidente della Confraternita della Birra Artigianale. È anche il fondatore del gruppo Nonsolobirra Homebrewers e organizzatore del Nonsolobirra festival dal 2011. In sintesi, Stefano è un appassionato di birra che ha dedicato gran parte della sua vita a far conoscere e promuovere la birra artigianale italiana.