Alcool

L’etanolo (o alcol etilico) è un alcol a catena alchilica lineare, la cui formula di struttura condensata è CH3CH2OH. È anche chiamato, per antonomasia, semplicemente alcol, essendo alla base di tutte le bevande alcoliche. In chimica, si può trovare anche abbreviato con la sigla EtOH.

A temperatura ambiente si presenta come un liquido incolore dall’odore caratteristico e pungente, dal gusto leggermente dolce e bruciante. È tendenzialmente volatile ed estremamente infiammabile. La fiamma che produce durante la combustione si presenta di colore blu tenue, e quindi non è molto distinguibile in presenza di luce.

DESCRITTORI:

  • Warming sensation (sensazione di calore alla bocca provocata dalla vasodilatazione)
  • Spicy (Hot, Chilly)
  • Aroma vinoso (tipo sherry, vermouth…)

DIFETTO: 

  • Dipende dallo stile, dalla birra e dal tipo di alcool

QUANDO E’ APPROPRIATO:

  • Negli stili ad alto tenore alcolico.

  • Gli alcoli superiori (fuses alcohols) possono essere presenti nelle birre ad alta gradazione alcolica (anche con la maturazione si trasformano in esteri o aldeidi che ricordano la frutta)

CAUSE:

  • L’alcol è il principale prodotto della fermentazione (insieme alla CO2) ed è direttamente proporzionale alla concentrazione zuccherina del mosto.

  • Gli alcoli superiori sono invece un prodotto secondario della fermentazione.

RIMEDI:

  • Verificare che la densità del mosto sia in linea con lo stile che si vuole produrre.

  • Controllare le temperature di fermentazione (specialmente nella prima fase, quando viene prodotta la maggior parte dei fuses alcohols.

 


AUTHOR PROFILE

Redazione

Nonsolobirra è un portale che si occupa di informazione e cultura birraria, nato nell'autunno del 2008 da un idea di Stefano “collezionista e amante di tutto ciò che è birra”.

All author posts