NSB on tour: Brescia in fermento

Nonsolobirra on tour

Nsb on tour ci ha portato a Brescia come ospiti dell’evento Brescia in Fermento, che si è svolto lo scorso sabato e domenica. Si trattava di una rassegna di birrifici artigianali, street food, concorsi, spiedo, musica e tanto divertimento, co-organizzata dall’associazione “Noi per Brescia” per raccogliere fondi destinati all’acquisto di due defibrillatori da donare alla Croce Bianca di Brescia e alla Protezione Civile Gruppo Cinofili Leonessa di Brescia, in collaborazione con Stefano Chiari, noto appassionato di birra Hb bresciano, e Giovanni Mansueti, birraio e fondatore del birrificio Carpe Diem.

Erano presenti alla manifestazione 30 birrifici artigianali (qui l’elenco), oltre ad eventi collaterali come il concorso HB, la cotta pubblica, la gara dello spiedo bresciano e i laboratori di degustazione.  

Durante il mio giro di saluti, ho avuto modo di degustare alcune produzioni del birrificio Magis, dove Nicolò mi ha presentato la BUCKY, una birra senza glutine brassata con l’utilizzo di grano saraceno. In seguito, ho assaggiato la BERLINER con un tocco di mango degli amici di La Spezia Brewing, mentre al Badef ho avuto l’opportunità di provare la Scottish Ale Torbata OLD OAK, di cui fornirò maggiori dettagli in seguito.

Successivamente, ho deciso di concentrarmi su birrifici che non avevo ancora inserito nel mio personale taccuino degustativo. Mi sono quindi recato allo stand del beer firm Due Tocchi, dove il patron Giovanni Novembre mi ha proposto in degustazione la GANGANHELLES, una classica helles bavarese ben costruita, caratterizzata da note di crosta di pane bianco e miele all’olfatto e da una morbidezza e freschezza con un tocco leggero di erbaceo al palato, seguita dalla Imperial Double IPA TRIVELLA, vincitrice della categoria 15 al recente concorso Union Birrai di Rimini, che si è rivelata olfattivamente potente e accattivante, ma sorprendentemente morbida e pulita al palato.

Nsb on tour e Gemma Cruciani

Allo stand del birrificio La Dama, ho incontrato Gemma Cruciani, che mi ha condotto in una degustazione personale delle birre presenti in spina. Abbiamo iniziato con la BIONNA, una India Pale Lager prodotta con una piccola aggiunta di frumento. Olfattivamente pulita, al palato è fresca e presenta una lieve acidità che enfatizza la nota fruttata apportata dalla luppolatura. Successivamente, abbiamo assaggiato la Rauck FUMAROLA, brassata con l’impiego di malto affumicato con legno di faggio. Al naso, si percepiscono note affumicate eleganti e morbide, mentre il percorso gustativo è caratterizzato dai malti, che regalano note di caramello, miele di castagno, nocciola e frutta secca, accompagnato da un affumicatura gentile e morbida. La prossima proposta è stata LA BRUNA, una classica London Porter a due facce. Olfattivamente ricca di note cioccolatose, al palato è morbida e scorrevole, dominata dalle note di caffè, liquerizia e cacao. Non ci siamo fatti però mancare nulla, ma della SANTA CAOS vi racconterò in altra sede.

A questo sono seguiti altri assaggi, ricordo la Grostè del birrificio Fratelli Trami in splendida forma,  le ottime proposte dei birrifici Carpe Diem, Sguaraunda e Inesistente, ringrazio l’organizzazione per l’invito a me rivolto, e tutti i ragazzi del gruppo nonsolobirra on tour per la speciale giornata trascorsa a parlare di Birra Artigianale Italiana.

Informazioni su Stefano Gasparini 634 Articoli
Stefano è un appassionato di birra artigianale italiana da molti anni e ha dato concretezza alla sua passione nel 2008 con la creazione di NONSOLOBIRRA.NET, un portale che mira a far conoscere al pubblico il mondo della birra artigianale italiana attraverso recensioni, degustazioni e relazioni con i produttori. Stefano ha collaborato con la Guida ai Locali Birrai MOBI ed è stato presidente della Confraternita della Birra Artigianale. È anche il fondatore del gruppo Nonsolobirra Homebrewers e organizzatore del Nonsolobirra festival dal 2011. In sintesi, Stefano è un appassionato di birra che ha dedicato gran parte della sua vita a far conoscere e promuovere la birra artigianale italiana.