Brussels si tinge d’oro per la birra Italiana

È con grande entusiasmo che condivido i risultati straordinari ottenuti dai birrifici italiani nel recente Brussels Beer Challenge, una competizione di grande prestigio internazionale. Mai prima d’ora l’Italia aveva raggiunto risultati così eccezionali: ben 37 medaglie in totale, stabilendo un record assoluto. Tra queste, spiccano 14 medaglie d’oro, costituendo un altro record significativo, oltre a 8 medaglie d’argento e 15 di bronzo. Ancora più straordinario è il riconoscimento come la migliore birra dell’intero concorso.

Questo risultato pone l’Italia al secondo posto nella classifica delle nazioni con il maggior numero di medaglie, superata solo dal Belgio, paese ospitante. È una performance straordinaria che riflette l’elevata qualità e la creatività della scena birraria italiana.

Va notato che, considerando il conteggio esclusivamente artigianale, e sottraendo le medaglie di Theresianer, l’Italia mantiene comunque una posizione di rilievo. Un motivo di grande orgoglio per l’intera comunità birraria italiana.

Congratulazioni a tutti i birrifici italiani che hanno partecipato e hanno contribuito a questo straordinario successo, portando l’arte birraria italiana all’attenzione internazionale.

Un plauso particolare va alla Millican Extra del birrificio Mezzopasso, che ha ottenuto il riconoscimento come la migliore birra dell’intera competizione. Questa Strong Ale di ispirazione britannica ha già dimostrato la sua eccellenza vincendo premi in edizioni precedenti del Brussels Beer Challenge, con due bronzi ottenuti rispettivamente nel 2020 e nel 2022. La conferma di questa birra come la migliore dell’intero concorso è un risultato straordinario e testimonia l’artigianalità e la qualità delle birre prodotte dal birrificio Mezzopasso. Congratulazioni per questo prestigioso riconoscimento! Quella della Millican Extra non è stata l’unica medaglia di Mezzopasso, che è riuscito anche a piazzare un bronzo nella categoria English IPA grazie alla sua Red Stone IPA.

È eccezionale notare che i birrifici italiani che si sono distinti maggiormente al Brussels Beer Challenge 2023 sono stati Diciottozerouno e Crak, entrambi facenti parte dell’élite birraria. In particolare, hanno condiviso il gradino più alto del podio nella categoria delle American Pale Ale, con la Guerrilla di Crak e la Ruggine di Diciottozerouno entrambe premiate con l’oro.

La competizione ha visto Diciottozerouno guadagnare ulteriori riconoscimenti, con l’oro per la Icaro nella categoria Birre al miele e l’argento per la Caraibi nella categoria German Pils. Crak ha consolidato la sua eccellenza con due ori, il secondo ottenuto dalla Pizzapils nella categoria American Pils, a cui si è aggiunto il bronzo per la Mansueto 2021 nella categoria Barley Wine.

È straordinario vedere la diversità di stili e la qualità delle birre italiane riconosciute al Brussels Beer Challenge 2023. Gli altri ori italiani sono stati conquistati da birrifici che continuano a distinguersi:

  1. Birrificio Incanto: Oro con la natalizia 21 12 nella categoria Winter Ales.
  2. Birra Bizantina: Oro con la Cold Shower nella categoria Cold IPA.
  3. Liquida: Oro con la Blue Tornado nella categoria Double IPA.
  4. Birra Puddu: Oro con la Porter nella categoria omonima.
  5. Ibeer: Oro con la Special One nella categoria Baltic Porter.
  6. Birrificio Sabino: Oro con la Mele Bebè nella categoria Hybrid.

Le altre medaglie includono un bronzo per il Birrificio Harvest nella categoria Grape Ale con la Gadduressa, oltre a un altro bronzo nella categoria Hybrid con la Rena Bianca. Da notare anche il successo di Theresianer, che ha ottenuto un oro nella categoria Vienna Lager con la Theresianer Vienna, oltre a due bronzi con la Theresianer Premium Lager nella categoria Helles e la Theresianter Senza Glutine nella categoria Gluten Free.

L’eccezionale successo italiano al Brussels Beer Challenge 2023 si evidenzia ulteriormente con i riconoscimenti aggiuntivi ottenuti da birrifici di spicco:

  • Birrificio della Granda: Argento con la Reveille nella categoria American IPA “leggere” e bronzo con la Regeneration nella categoria Black IPA.
  • Birrificio Sabino: Bronzo con la Crazy Rabbit nella categoria Double IPA, oltre all’oro precedentemente menzionato per la Mele Bebè.

Altri argenti sono stati assegnati a:

  • Batzen Brau: Gosexy (Gose).
  • Alchemist Ale: Ignifer (American Red Ale).
  • Baladin: Metodo Classico 60 mesi (Brut Beer).
  • Birrificio Estense: Munich B.E. (Dunkel e Schwarz).
  • Claterna: Rusticana (Fruit Beer).
  • Brewpub Trulla: Session IPA #3 Chinook (Session IPA).

L’elenco dei bronzi è ampio e variegato, riflettendo l’eccezionale qualità e diversità delle birre italiane. In particolare, emerge un trend verso le tipologie luppolate, confermando il successo dell’Italia in categorie come APA, Double IPA, Black IPA, Cold IPA, Session IPA, e altre.

Infine, il Trofeo Cronache di Birra per la migliore birra italiana, dopo la Millican Extra, è stato assegnato al Birrificio La Collina per la sua Rye Stout. Questa birra si distingue per l’uso di una percentuale di segale nella sua composizione, conferendole un carattere unico. La qualità della Rye Stout ha conquistato i giudici al punto che, nella sua categoria, è stata ritenuta superiore a tutte le altre, tanto che è stata l’unica a ricevere un premio, senza assegnare argenti e limitandosi a premiare con il bronzo la All Black del birrificio olandese Stanislaus Brewskovitch.

Informazioni su Redazione 1042 Articoli
Nonsolobirra è un portale che si occupa di informazione e cultura birraria, nato nell'autunno del 2008 per Ascoltare e parlare di Birra Artigianale