Febbraio sarà un mese di grandi novità per LUPPOLAJO FARMHOUSE BREWERY, per la prima volta presente al Beer Attraction di Rimini con l’obiettivo di presentare il birrificio ma soprattutto la nuova linea dedicata ai distributori.

Dopo 2 anni di incubazione vede la luce Stranger, una linea di birre caratterizzate da una massiccia dose di luppolo e creatività, pensata per il mercato degli appassionati della craft revolution. Un progetto tutto nuovo a partire dal formato, il 33cl long-neck, la bottiglia più iconica della rivoluzione artigianale e la più adatta ad aggredire il mercato dei beer geek di Milano e Roma. Ovviamente, anche l’immagine coordinata è frutto di una scelta ben precisa che ha come obiettivo la forte distintività e il grande impatto grazie a una grafica pensata per competere al meglio all’interno degli affollati frigoriferi di beershop e locali.

La linea Stranger è costituita da cinque diverse birre dai tratti distintivi ben precisi. Luppolajo Farmhouse Brewery sceglie gli stili più rappresentativi della rivoluzione artigianale e li interpreta con l’usuale attenzione alle materie prime, a partire dai malti di produzione propria.

Nasce così Drink Drank Drunk, la Hoppy Lager che sta alla base del nuovo progetto. La prima bassa fermentazione del birrificio, una birra con base di malto pils mantovano caratterizzata da un interessante bouquet di luppoli americani ben amalgamati tra loro e da una caratteristica nota di cereale. Un prodotto che ha nel proprio DNA l’alta bevibilità ma anche una spiccata personalità.

Un approccio massivamente virato verso il luppolo per le due IPA della linea: Kafka Kefia, la Double Dry Hopped Tropical IPA caratterizzata da note di frutta esotica e Uncle Kebab, la Hazy IPA con avena e frumento. Per entrambe si è optato per luppoli americani di ultima generazione in dose più che massiccia.

Altra referenza dall’alto tasso di originalità è Panda Tries Porn, uno dei pochi esempi italiani di Imperial Blanche. Una birra rotonda e piena di sfumature, caratterizzata dall’importante infusione di bergamotto a freddo e ovviamente dal lievito Wit.

La gamma, in questa fase iniziale, si completa con la birra più eclettica del progetto: Smoking Ganja in a Police Station is not a Brilliant Idea, una Grodziskie alla canapa dai caratteri affumicati sia dal lato del malto che da quello della speziatura.

Per una linea così creativa una grafica altrettanto inusuale e irriverente è stata una scelta naturale. Per questo nel progetto è stato coinvolto Francesco Bongiorni, il disegnatore di fama mondiale reso celebre dalle illustrazioni per la rivista The New Yorker, che si è lanciato in una propria interpretazione disruptive dei concetti espressi nelle varie ricette.

Come detto, le nuove birre verranno presentate in fusto direttamente presso lo stand di Luppolajo Farm Brewery padiglione C3 stand 043 nei giorni della fiera.

Seguirà un tour itinerante di presentazione che occuperà i mesi di marzo e aprile.

Per maggiori informazioni sugli appuntamenti: www.luppolajo.it