Ricette

Brassando si impara: Lichtenhainer

Lichtenhainer Storica birra di frumento tedesca, acida, affumicata e a bassa gravità. Complessa ma rinfrescante per l’elevata attenuazione e carbonazione, unite a un leggero amaro e una moderata acidità.   VOL. BATCH TEMPO BOLLITURA CATEGORIA […]

Brassando si impara

Brassando si impara: Altri cereali maltati (e non)

Sebbene sia il cerale maggiormente utilizzato per la birrificazione, l’orzo non è l’unico che può essere maltato. — Wheat Malt —  Viene prodotto utilizzando il frumento. Le procedure di maltazione, essiccazione ed eventuale caramellizzazione e […]

Brassando si impara

Brassando si impara: IBU

La “IBU” nella birra sta per Unità di Amaro Internazionali, che è una misura della quantità di amaro presente nella birra. L’amaro in una birra è principalmente dovuto ai composti chimici amari presenti nel luppolo. […]

Brassando si impara

Brassando si impara: I malti speciali

Vengono classificati speciali i malti che subiscono trattamenti di essiccazione e tostatura a temperature medio-alte. Per alcuni di essi, l’operazione prevede la disidratazione quasi totale dei grani, mentre per altri l’essiccazione avviene in speciali caldaie, […]

Brassando si impara

Brassando si impara: Malti Cara, Crystal e Tostati

Tra i malti caramellati ci sono due grandi gruppi chiamati Cara e Crystal che meritano una particolare menzione a causa di alcune particolarità che li distinguono dagli altri malti per birrificazione. I primi vengono stufati ad una temperatura di 65°C, […]

Brassando si impara

Brassando si impara: Malti base

Quando parliamo di malti base, intendiamo cereali che, successivamente alla germinazione, subiscono l’essiccatura a temperature comprese tra 60°C ed i 115°C, per periodi che vanno da 48 ore fino a diversi giorni. Possono essere prodotti […]