CORCOLOCIA, birra nata in Trentino e definita come una VIKING PORTER dai ragazzi del birrificio PLOTEGHER BEER, birrificio con sede a Besenello in provincia di Trento, la birra che vado oggi a degustare, ha una storia particolare: il corcolocio è un animale magico che aggira furtivo sui monti intorno a Besenello e che si nutre di proprio di pigne di larice.

Stappata e versata si presenta colore nero impenetrabile, la schiuma e di colore beige a grana fine e forma un cappello con buona persistenza, al naso note balsamiche e resinose “resina di larice” completate da leggeri sentori tostati.

In bocca note di cioccolato fondente, caffè e liquirizia che lasciano spazio a sentori balsamici e resinosi che già abbiamo ritrovato al naso, carbonatazione media, corpo pulito e morbido, finale secco dove ritrovo note di cioccolato, caffè e liquirizia completate da un tocco balsamico, e una nota elegante di resina di larice che la completano, chiude con una leggere amaricatura.

Ho conosciuto MATTEO PLOTEGHER durante Thiene in fermento, dove per la prima volta ho assaggiato CORCOLOCIA, devo ammettere di essere stato affascinato e ammagliato da questa birra, pulita, concreta che ha saputo regalarmi positive e nuove emozioni, a mio avviso l’aggiunta della resina di Larice regala un tocco “mistico” a questo prodotto rendendolo sicuramente diverso dalle stout che si trovano in commercio.

 

Dati tecnici:

Nome: Corcolocia – Produttore: Plotegher (IT)

Stile: Viching Porter

Lotto e Scadenza: Non disponibile – Campione: Bottiglia 0.33cl

Grado Alcolico: 4.6%vol – Fermentazione: Alta

Note: Campionatura omaggio